Esercitazione Lucensis 2011

Versione stampabileSend by email

Con la presente si comunica a tutti i Soci che il Consiglio Direttivo del NIP ha deciso di accettare l’invito della PROCIV LUCCA a partecipare all’esercitazione denominata “Lucensis 2011” che si svolgerà nei giorni 18-19-20 MARZO 2011 sul territorio toscano.

Tale esercitazione avrà come riferimento il terremoto nella Valle del Serchio del 1920 e si svolgerà sull’intero territorio della Provincia di Lucca.
Chi è più curioso può visitare il sito: www.procivlucca.it

L'adesione alla esercitazione può essere fatta qui: registrazione
Leggere attentamente quanto segue.

Per partecipare a tale esercitazione si costituirà una piccola Colonna Mobile Provinciale formata dalle associazioni: “NIP” - “Prociv Torrile” - Unità Cinofile di Fidenza.

Si chiede pertanto ai soci del NIP che intendono partecipare di comunicarlo entro Giovedì 10 Febbraio alla segreteria NIP.

Si precisa che per motivi di limitata disponibilità logistica e, comunque, subordinata all’accettazione del Comitato Organizzatore le partecipazioni sono limitate e pertanto, in caso di esubero, verranno prese in considerazione le adesioni giunte per prime.

Per quanto riguarda la nostra mini colonna mobile, la partecipazione è subordinata al rispetto di alcune regole fondamentali che, comunque, sono alla base di qualsiasi emergenza o intervento. Per meglio chiarire le cose vi prego di leggere il Pro-memoria allegato.

 

IL COORDINATORE                                                             IL PRESIDENTE

 


LUCENSIS 2011

Premetto che l’organizzazione è suscettibile di variazioni anche da noi indipendenti e, comunque, lo scenario rispecchierà una reale situazione di emergenza (da qui la necessità di sapersi adattare a situazioni che possono evolvere senza preavviso).
Abbiamo la possibilità di semplificare l’intervento in quanto a conoscenza che questo evento è programmato.
A tale scopo vi ricordo alcune “regole del gioco” che tutti i partecipanti devono rispettare:

 

  1. Il sabato precedente l’esercitazione (12 Marzo) ci sarà il controllo dei materiali e mezzi che verranno utilizzati e un breefing di aggiornamento per TUTTI i partecipanti.
  2. Ad esclusione dei pasti dovremo essere autosufficienti. Si dormirà, se ci sarà il tempo, nelle nostre tende. Il volontario deve provvedere al proprio bagaglio personale e cosa molto importante avere i propri DPI (abbigliamento idoneo, elmetto, scarpe, guanti, torcia), il NIP mette a disposizione di chi non ce l’ha il solo elmetto. Non portare roba inutile e ingombrante.
  3. Come nella realtà la richiesta di intervento arriverà direttamente dall’organizzazione, quindi l’ora della partenza non potrà essere programmata in precedenza. I volontari dovranno essere disponibili e pronti in Comitato fin dal primo mattino anche per eseguire gli ultimi controlli ai mezzi. Al momento della partenza (???) non saranno tollerate assenze o ritardi.
  4. Si viaggerà tutti in colonna con mezzi del Comitato o delle Associazioni.
  5. Partecipiamo insieme ad altri gruppi, ma si lavora con tutti, possibilmente in squadre precedentemente costituite e riconosciute.
  6. TUTTI lavorano al montaggio e smontaggio del campo e delle attrezzature secondo gli incarichi assegnati o a seconda delle necessità.
  7. Le spese per la trasferta e il vitto sono a carico del NIP. Verranno rilasciati dei “buoni pasto” precedentemente prenotati e pagati, quindi è importante comunicare e prenotare all’organizzazione il numero esatto dei volontari.
  8. Al rientro dall’esercitazione TUTTI partecipano al rimessaggio dei suddetti mezzi.
  9. Una volta formalizzata la partecipazione e avute informazioni più dettagliate dall’organizzazione faremo una riunione o comunicheremo gli aggiornamenti ai partecipanti tramite i soliti canali.